Biografie, percorsi e networks nell'Età contemporanea

Il rinnovamento storiografico portato dalla storia globale e dal successivo intreccio tra storia globale e micro-storia ha avuto negli anni Duemila un’importante ricaduta nello studio delle biografie, con il progressivo ampliarsi e consolidarsi del campo di indagine riconducibile alle global lives. Quest’ultimo, nel ricollocare la microanalisi in un nuovo e più ampio orizzonte spaziale, è particolarmente interessante per rileggere il rapporto locale-globale a partire dalle biografie. I molteplici spunti che vengono dai contributi di questo volume – articolato in quattro parti, dedicate rispettivamente a “Vite globali”, “Biografie di famiglia”, “Public History e Digital Humanities” e “Didattica della storia” – invitano a interpretare ogni vita e ogni luogo da essa attraversato come spazi aperti, la cui singolarità deriva da un processo continuo di relazioni personali e trans-locali che sfidano elementi identitari e frontiere. Per questo, riflettere in maniera problematica sulle biografie, sulla varietà e le contraddizioni interne alle diverse esistenze, può agevolare un approccio antidogmatico e plurale allo studio della storia, in grado di dare nuovo senso e dinamismo a questa disciplina, come grande avventura intellettuale.

Eloisa Betti, Carlo De Maria (a cura di), Biografie, percorsi e networks nell'Età contemporanea. Un approccio transnazionale tra ricerca, didattica e Public History, Roma, Bradypus, 2018

Indice e scheda editoriale (PDF del libro open access)