Mostre

Mostra permanente delle opere di Francesco Olivucci

Due sale del piano nobile di Casa Saffi, sede forlivese dell’Istituto storico, ospitano in modo permanente una raccolta di sessantadue opere, realizzate fra il 1938 e il 1948, dall’incisore e pittore Francesco Olivucci (1899-1985), artista poliedrico, che fu inoltre decoratore, scultore e architetto. Si tratta di un corpus di incisioni, da lui donate a Forlì, sua città natale, realizzate con la tecnica calcografica (acquaforte e puntasecca), nonché xilografie, disegni e acquarelli, che affrontano il tema dell'antifascismo e della Resistenza, con uno stile sempre inconfondibile. Sono possibili visite libere negli orari di apertura dell’Istituto, oppure, su prenotazione, visite guidate per le scuole (contatti e orari). Per saperne di più clicca qui.

 

Immagini della violenza politica nell'Italia degli anni Settanta

L’atrio d’ingresso, lo scalone e la Sala di Dioniso di Casa Saffi ospitano la mostra “Immagini della violenza politica nell’Italia degli anni Settanta”. Si tratta di una mostra iconografica composta da 29 pannelli che racconta per immagini e didascalie la stagione più sanguinosa e instabile della storia repubblicana. Sfruttando la potenza comunicativa ed evocativa di fotografie emblematiche (spesso rare) e una puntuale ricostruzione scientifica ci inoltra nelle vicende conflittuali e terroristiche che hanno sconvolto l’Italia fra il 1969 (riferimento di partenza: strage di Piazza Fontana) e il 1988 (omicidio politico di Roberto Ruffilli a Forlì). Obiettivo primario è creare empatia emozionale e ridare proporzioni alla gravità del fenomeno ed alla profondità etica della risposta sociale. Sono possibili visite libere negli orari di apertura dell’Istituto, oppure, su prenotazione, visite guidate per le scuole (contatti e orari).

 

Grande Guerra. L'Emilia-Romagna tra fronte e retrovia

La mostra "L’Emilia-Romagna tra fronte e retrovia" è stata promossa dall’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con l’Istituto per la Storia e le Memorie del ‘900 Parri E-R, il Museo Civico del Risorgimento, la Rete degli Istituti Storici dell’Emilia-Romagna e con la partecipazione di Clionet. La mostra, e il relativo catalogo, celebrano il centenario della Grande Guerra attraverso un percorso visivo che approfondisce il ruolo che la regione emiliano-romagnola ebbe durante il conflitto. Essa fu infatti fulcro del “fronte interno”, ossia il meccanismo di mobilitazione che coinvolse i territori non direttamente toccati dal fronte del conflitto. Disponibile per il prestito alle scuole, la mostra è composta da 26 pannelli roll-up (autoportanti) di dimensione 100 x 200 cm e può essere richiesta dagli istituti scolastici dietro il pagamento di un contributo per le spese di trasporto, montaggio e smontaggio. Per informazioni e costi contattare la segreteria dell’Istituto. Un approfondimento sui contenuti e l'allestimento della mostra è disponibile a questo link.

 

Mostra sulla Grande Guerra "L'Emilia-Romagna tra fronte e retrovia". A Forlì e Cesena, maggio-giugno 2015

Forlì, Palazzo comunale, 6-24 maggio - Cesena, Biblioteca Malatestiana, 28 maggio-14 giugno 2015. La mostra itinerante Grande Guerra. L'Emilia-Romagna tra fronte e retrovia, promossa dall'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con la rete degli Istituti storici emiliano-romagnoli, fa tappa a Forlì e Cesena.

Leggi tutto