Archivio dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci - Federazione delle provincie di Forlì-Cesena e Rimini (1917-2010)

Archivio dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci - Federazione delle provincie di Forlì-Cesena e Rimini (1917-2010)

L’archivio è stato donato all’Istituto nel 2014 dalla Federazione di Forlì-Cesena e Rimini dell’Associazione ed è costituito prevalentemente da documentazione prodotta e raccolta dall’ente nell’espletamento delle proprie funzioni statutarie. Costituita nel 1921, la Federazione Romagnola Combattenti era un’associazione regionale che comprendeva tutte le sezioni
della provincia di Forlì e Ravenna. Nel 1923 le Federazioni regionali, per direttiva del Comitato nazionale, sono sostituite da Federazioni provinciali. Successivamente, il 31 marzo 1926, il Consiglio provinciale e la Giunta esecutiva della Federazione Provinciale Combattenti di Forlì vengono sciolte d’autorità perché ostili al fascismo, mentre veniva nominato un Commissario straordinario dal Direttorio nazionale. All’indomani della Liberazione di Forlì, 9 novembre 1944, la Federazione si riorganizza avviando un processo di epurazione e democratizzazione al suo interno. Lo Statuto del 1949 formalizza l’unione tra l’Associazione Nazionale Combattenti e l’Associazione Nazionale Reduci della Prigionia in una nuova associazione denominata Associazione Nazionale Combattenti e Reduci. Con la costituzione, nel 1995, della nuova Provincia di Rimini e la trasformazione di quella di Forlì in Forlì-Cesena, la
federazione forlivese, muta il nome in Associazione Nazionale Combattenti e Reduci - Federazione delle province di Forlì-Cesena e Rimini, riunendo in un’unica federazione le due province. La Federazione non è più attiva dal 2016.


»Consistenza: buste 228; fascicoli 150; registri 111; quaderni 4
»Cronologia: 1917-2010
»Strumenti di corredo: Inventario (Fabrizio Monti, 2016) 

»Consulta l'inventario sul Portale IBC-Archivi