Archivio di Nadia Masini

Archivio di Nadia Masini

L’archivio è confluito presso l’Istituto con l’archivio del Partito Comunista Italiano forlivese nel 2002. La documentazione, corrispondenza e pratiche seguite come deputato alla Camera dal 1987 al 1996, è stata prodotta e raccolta da Nadia Masini nel corso della sua attività professionale, politica e culturale. Nata a Padova nel 1949, e trasferitasi a Forlì in giovanissima età, Masini si laurea in Lettere e lavora per molti anni come insegnante. Alle elezioni comunali del 1975 è eletta consigliere nella lista del Partito Comunista Italiano; rieletta nel 1979, diventa assessore alla Pubblica Istruzione nella giunta guidata da Giorgio Zanniboni. Dal 1985 al 1986 ricopre la carica di vicesindaco e nel 1987 si presenta alle elezioni politiche in cui viene eletta deputato per la X legislatura (1987-1992). Entra nel gruppo parlamentare Comunista ed è componente della Commissione Istruzione. Nel 1992 è rieletta alla Camera dei deputati nelle liste del Partito Democratico della Sinistra (XI legislatura, 1992-1994) e continua a far parte della Commissione istruzione. Rieletta per un terzo mandato, sempre con il PDS, nella XII legislatura è confermata alla Commissione Istruzione e dal giugno 1995 al maggio 1996 è componente della Commissione speciale competente in materia di finanza. Nella XIII legislatura non ricopre incarichi parlamentari ma di governo. Nel governo Prodi I (dal 22 maggio 1996 al 20 ottobre 1998) è Sottosegretario per la Pubblica Istruzione, incarico confermato anche nei governi D’Alema I e D’Alema II (dal 22 ottobre 1998 al 25 aprile 2000). Nelle votazioni amministrative del 13 giugno 2004 viene eletta sindaco di Forlì con il 58,7% dei voti. Nel dicembre 2004 viene nominata nel comitato direttivo dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) nazionale e coordinatrice della Commissione ANCI Scuola. Nel 2007 aderisce al Partito Democratico. Il 14 dicembre 2008, alle primarie del Partito Democratico non viene scelta come candidato sindaco per le elezioni del 2009, ottenendo comunque il 49,73% delle espressioni di preferenza.


»Consistenza: buste 26
»Cronologia: 1989-1995
»Strumenti di corredo: Inventario (Matteo Troilo, 2014) 

»Consulta l'inventario sul Portale IBC-Archivi